Quali sono i trattamenti consigliati in Autunno? I consigli degli esperti di benessere.

Trattamenti consigliati in Autunno

Ecco i nostri trattamenti di bellezza consigliati in Autunno, per assicurarti un aspetto radioso nella prossima stagione.

L’estate è ormai agli sgoccioli e di questa bella stagione non ci resta che un bel ricordo…ma non solo! è anche il momento in cui ci viene presentato il conto degli effetti che sole, sale e cloro hanno avuto sulla nostra pelle, che non è certamente nelle migliori condizioni. Inoltre, i climi più freschi dell’autunno e dell’inverno peggioreranno sicuramente le cose – con il freddo e la pioggia che lasciano la pelle opaca.

Quindi, quale momento migliore per concedere un po’ di “coccole” al nostro corpo, per rendere la transizione estate-autunno il più fluida possibile?

Ecco i nostri trattamenti di bellezza consigliati in Autunno, per assicurarti un aspetto radioso nella prossima stagione.

Trattamenti consigliati in Autunno

Lo scrub completo per il corpo

Se hai trascorso tutta l’estate abbronzandola, la tua pelle è probabilmente secca e disidratata. Uno scrub per il corpo può essere un ottimo modo per sbarazzarsi della pelle morta, stimolarne le cellule e, in generale, rivitalizzarla, lasciandola super levigata e luminosa. Inoltre, se sei alla disperata ricerca di una scintilla estiva che va in autunno, uno scrub per il corpo può aiutare a prolungare l’abbronzatura.

Il centro estetico Elementi a Lecce offre diverse soluzioni per trattamenti di esfoliazione completa, perfetta per nutrire la pelle baciata dal sole.

Il viso

Come abbiamo già accennato, l’estate può lasciare la nostra pelle un po’ “logora”. L’avvicinarsi del rigido clima autunnale – che la disidraterà ulteriormente – è un ottimo motivo per curare anche il nostro viso, il quale non verrà certo risparmiato dagli effetti collaterali già anticipati.

La pulizia del viso è estremamente importante per mantenere una carnagione sana e luminosa. Una pulizia regolare aiuterà a sbarazzarsi di cellule morte della pelle, detriti, sporco, olio in eccesso e sudore. Inoltre, manterrà la pelle idratata a lungo.

Anche in questo caso, il centro estetico Elementi a Lecce è in grado di soddisfare ogni esigenza, fornendo ottime soluzioni per pulizia e trattamenti viso.

Il pedicure

Infine, ma non meno importanti, i nostri piedi. Li abbiamo stressati per tutta l’estate, abbiamo camminato nella sabbia bollente, sempre a contatto con l’acqua del mare, spesso scalzi, nei ciottoli, magari anche sugli scogli….vogliamo lasciarli ruvidi e screpolati?

Un pedicure estetico (o curativo) sarebbe un ottimo rimedio per concedergli un po’ di relax.

Si comincia con un pediluvio per distendere il piede ed ammorbidire la pelle. Successivamente, si procede ad una esfoliazione per rimuovere le cellule morte. Infine, si applica lo smalto ed una crema idratante, accompagnata da un massaggio, che completa il trattamento in modo particolarmente piacevole e gradito.

…e i capelli?

Non è una sorpresa, se i nostri capelli chiedono amore e attenzione, dopo l’estate. Il sale del mare e il cloro della piscina potrebbero aver avuto un effetto negativo, rendendoli poco brillanti, fragili e secchi.

Noi non ci occupiamo anche di capelli, ma possiamo consigliarvi i nostri dirimpettai, ALT acconciatori, da anni specialisti nel settore. Vi garantiranno una professionalità indiscutibile.

Trucco e parrucco a km 0!

Trattamenti consigliati in Autunno

Quindi, adesso che sapete cosa vi farà iniziare al meglio la nuova stagione, cosa aspettate?

Venite a trovarci, siamo a disposizione per le vostre esigenze.

I nostri contatti.

Sole: consigli utili per la pelle

consigli utili pelle

L’estate è, ormai, nel pieno delle sue torride temperature. Ci viene spontaneo passare più tempo all’aria aperta e sotto il sole. E’ buona cosa adottare qualche precauzione per salvaguardare la nostra pelle e contrastare gli effetti collaterali del sole. Di seguito, alcuni consigli utili per la pelle dal vostro centro estetico Elementi.

Cattive abitudini

Passare molto tempo al sole, senza un’adeguata protezione della pelle, ci sottopone a rischio di scottatura. Le conseguenze di ciò che il sole fa sulla pelle non sono immediatamente evidenti. Infatti, pelle disidratata, nuove rughe, ridotta elasticità e macchie solari, con il tempo, saranno i risultati della nostra disattenzione.

La pelle è il nostro organo più grande ed è il primo ad essere esposto ai raggi UV. Il primo rimedio da adottare è utilizzare una protezione solare con un alto SPF (fattore di protezione solare).

E’ bene anche sapere che applicare un’alta protezione solare non significa non abbronzarsi, ma significa farlo nel modo corretto.

Potremmo non accorgerci subito del livello di esposizione al sole, mentre lo stiamo prendendo, ma la nostra pelle ce lo mostrerà, quando sarà troppo.

I prodotti con alto SPF sono obbligatori, se si desidera mantenere la pelle fresca, sana e protetta dai raggi UV dannosi.

Scegliere prodotti di qualità, resistenti all’acqua e delicati per la pelle. In commercio ce ne sono tanti. Il nostro centro estetico segue la linea Lr Wonder Company.

Consigli utili per la pelle

Applichiamo la protezione più volte al giorno, anche se siamo all’ombra.

Indossiamo la protezione solare quando siamo in acqua, perché i raggi del sole si riflettono sulla superficie e possono facilmente ingrandirsi, il che può avere un effetto maggiore sulla nostra pelle.

Idratiamo il corpo e la pelle. Il caldo estivo può facilmente lasciarci disidratati e alcuni bicchieri d’acqua potrebbero non reintegrare la quantità che hai perso.

Portiamo sempre abbondante acqua, ovunque si vada. Possiamo anche bere tè freddo, caffè, succhi di frutta e limonata. I frutti con alto contenuto di acqua come cetrioli e cocomeri possono mantenerci idratati.



Dopo essere stati esposti al sole, anche la pelle ha bisogno di idratazione dall’esterno. Quando siamo in giro, usiamo una piccola bomboletta spray riempita d’acqua per rinfrescare la pelle.

Utilizziamo sempre prodotti di qualità e che siano adatti alla nostra pelle. Controlliamo bene la composizione di quello che andremo ad applicare.

Le giornate estive sono calde e pesanti, ma le notti estive possono essere fredde e questa differenza di temperatura può rendere la pelle asciutta.

L’aria condizionata è un altro colpevole per la pelle secca, motivo per cui ha bisogno di cure e attenzioni particolari.

Correggiamo le nostre abitudini

Oltre all’utilizzo di prodotti con alto SPF, dovremmo sviluppare una routine di cura della pelle estiva per aiutarla a rimanere in salute.

Per il nostro viso, usiamo tonici delicati, detergenti e idratanti, quando siamo all’interno. Quando usciamo, durante il giorno, usiamo creme per il viso speciali con SPF alto.

Non dimentichiamo le palpebre, le orecchie, il collo, le mani e la parte superiore dei piedi. Queste sono aree che spesso dimentichiamo di proteggere dal sole.

Durante il giorno, l’aria calda e umida può seccare la pelle e renderla più sensibile. Possiamo evitarlo, applicando la protezione solare e stando all’ombra, ma una volta a casa, dobbiamo aiutare la  pelle a star bene.

La cura della pelle del dopo sole è ottima per fornire idratazione, rendendo sollievo immediato. Queste lozioni e gel rinfrescano la pelle dopo una lunga giornata in spiaggia.

È possibile, inoltre, utilizzare alternative naturali, come gel di aloe vera puro, yogurt greco o impacchi di acqua fredda.

Protezione per tutto il corpo

Indossare cappelli, occhiali da sole e coperture da spiaggia.

Cappelli e occhiali da sole non sono solo accessori per la spiaggia. Forniscono un ulteriore livello di protezione per occhi, viso e cuoio capelluto.

I nostri occhi sono particolarmente sensibili al sole, quindi abbiamo bisogno di occhiali da sole di qualità con un SPF alto.

Anche se coperta dai capelli, la pelle del cuoio capelluto può soffrire di scottature. Esistono speciali spray SPF che possiamo acquistare per proteggerlo, quando non indossiamo un cappello.

Anche i nostri vestiti giocano un ruolo importante. Assicuriamoci di indossare materiali traspiranti come cotone o lino ed evitiamo poliestere e tessuti trasparenti.

Abbronzarsi si, ma con la testa

L’abbronzatura è uno dei motivi principali per cui le persone rimangono al sole troppo a lungo e rischiano di scottarsi. Ma, per proteggere la pelle dai danni e da patologie gravi, dovremmo essere intelligenti, quando si tratta di abbronzarsi.

Cerchiamo di stare fuori dal sole tra le 11:00 e le 16:00 e cerchiamo di non esporci alla luce diretta del sole per più di 15 minuti alla volta.

E ricordiamoci che un’alta protezione SPF non impedirà di abbronzarci, ma ci aiuterà a farlo con intelligenza.

E l’alimentazione?

Mangiamo cibi sani.

Il cibo ricco di vitamine, minerali e antiossidanti è un must durante l’estate.

Consumiamo il maggior numero di frutta e verdura fresca che possiamo (affidatevi al vostro fruttivendolo di fiducia. Elementi consiglia Verde Mela).

Teniamoci lontani da cibo spazzatura, carne rossa, bibite e alcol (o, quantomeno, manteniamoci nei limiti).

Mangiare leggero in estate aiuterà il nostro corpo a rimanere sano e la nostra pelle luminosa, elastica e ben idratata.

Per assicurarci di mangiare bene, prepariamo degli snack salutari per la spiaggia o per il lavoro.

Prevenire è meglio che curare

Controlliamo la nostra pelle regolarmente.

L’esposizione moderata al sole è ottima per aumentare i livelli di vitamina D. È quando oltrepassiamo il limite che la nostra pelle soffre e inizia a perdere il suo splendore.

La solarizzazione non è l’unico problema di pelle che si può sviluppare con la sovraesposizione ai raggi UV. Ci sono una miriade di altri problemi che possono derivare da questo: acne, vesciche solari, invecchiamento precoce e cancro della pelle.

È essenziale controllare la pelle spesso dopo essere stati al sole per lunghi periodi di tempo.

Rimedi e trattamenti

Stiamo cercando di guarire la pelle danneggiata dal sole? Utilizziamo peeling chimici o sottoponiamoci a trattamenti di scrub ed esfoliazione.

I peeling chimici sono costituiti da acidi come alfa-idrossi, salicilico, glicolico, carbolico e acido lattico. Lavorano insieme per aiutare a esfoliare lo strato esterno della pelle, lasciandola liscia e ringiovanita.

Le bucce sono perfette per la pelle danneggiata dal sole in quanto possono rimuovere macchie solari, imperfezioni, rughe sottili e lentiggini causate da scottature e esposizione solare a lungo termine.



Non è mai troppo tardi per nutrire la nostra pelle!

Prevenire i danni della pelle dal sole e l’invecchiamento precoce è facile, se seguiamo questi suggerimenti!

Ora siamo pronti ad affrontare il caldo di questa estate, spiaggia, mare e sole…ma con consapevolezza.

Buona estate a tutti!

Pulizia e trattamenti viso: quando farli?

pulizia e trattamenti viso Lecce

Pulizia e trattamenti viso a Lecce: qualche consiglio utile

Pulizia viso: solo occasionalmente?

La maggior parte di noi presta attenzione a questo tipo di trattamenti solo quando si tratta di partecipare a matrimoni, compleanni, anniversari e altre feste. Questo è il momento in cui corriamo ai saloni per trattamenti di pelle e capelli. Dopo l’occasione, torniamo ai nostri impegni e dimentichiamo completamente l’importanza di prenderci cura della nostra pelle.

E’ giusto ignorare alcune semplici pratiche?

A causa della mancanza di tempo, solitamente tendiamo a ignorare alcune semplici pratiche di cura della pelle. Queste pratiche includono regolari pulizie e trattamenti viso. Se si inizia a fare regolari pulizie e trattamenti per il viso, si noterà un drastico cambiamento nella struttura e nell’aspetto della pelle. Queste pratiche non solo ti aiuteranno ad ottenere una carnagione migliore, ma forniranno anche un’esperienza rilassante.

Pulizia e trattamenti viso

Ci siamo spesso domandati la differenza tra una pulizia e un trattamento del viso. Un’altra cosa di cui siamo generalmente incerti è quando optare per quale di questi servizi. Per porre fine a tutte queste domande, abbiamo fornito le seguenti informazioni dettagliate per aiutarvi a rispondere ai vostri quesiti, mentre optate per questi servizi.


Pulizia del viso

La pulizia del viso è estremamente importante per mantenere una carnagione sana e luminosa. Una pulizia regolare aiuterà a sbarazzarsi di cellule morte della pelle, detriti, sporco, olio in eccesso e sudore. Inoltre, manterrà la pelle idratata a lungo.

pulizia e trattamenti viso Lecce

Se la pelle viene esposta alla luce solare, all’inquinamento e allo sporco, si consiglia vivamente di optare per una pulizia del viso. La frequenza con cui farla varia in base al tipo di pelle. E’ bene affidarsi ai consigli di un professionista. Una pulizia viso include: pulizia, lavaggio, vapore e rimozione di punti neri e punti bianchi. Questo trattamento termina applicando un impacco lenitivo per il viso. Una pulizia di solito costa meno di un trattamento viso, ma non include massaggi e altri trattamenti speciali.

Trattamenti viso

Proprio come il clean-up, anche un trattamento viso include la pulizia, il lavaggio, il vapore, la rimozione di punti neri e punti bianchi e l’applicazione di un impacco viso. Tuttavia, questo è accompagnato da un massaggio rilassante. Un massaggio facciale fa miracoli sulla pelle. Aiuta a migliorare la circolazione sanguigna e migliora la struttura della pelle. Al giorno d’oggi, troverete una vasta gamma di trattamenti per il viso progettati per diversi problemi della pelle. A seconda del tipo di viso, tecniche e prodotti speciali possono essere utilizzati per affrontare specifici problemi della pelle.

Un trattamento viso base dura dai 60 ai 90 minuti circa. Dovrebbe essere fatto una volta ogni 4-6 settimane. Fornirà risultati duraturi e aiuterà a mantenere la salute generale della pelle. Se lo fai per la prima volta, assicurati di affidarti ad un professionista che comprenda le esigenze specifiche della tua pelle. Inoltre, discutete con la vostra estetista di una procedura di pulizia o del viso ideale per il vostro tipo di pelle.

Trattamenti specifici forniti da Summecosmetics.

Ora che sei consapevole dell’importanza di entrambi, vai avanti e opta per uno di questi servizi oggi!

Pulizia e trattamenti viso a Lecce

Pulizia viso: estate? inverno?…o sempre? A voi le conclusioni.



Nel nostro centro estetico Elementi a puoi trovare la soluzione che fa per te per la tua pulizia viso a Lecce.

Consulta la nostra lista di servizi e trattamenti.

Qui il nostro listino prezzi.

Info e contatti

Scrub ed esfoliazione. E’ consigliabile in estate?

L’importanza dello scrub

Lo scrub, meglio noto come esfoliazione, è la via giusta verso una pelle sana e luminosa.

La pelle è un organo meraviglioso e complesso, che non va trascurato.

Una pelle idratata e pulita, oppure straordinariamente abbronzata, non è sana come potrebbe essere, se non viene correttamente esfoliata.

Cos’è lo scrub (esfoliazione)?

L’esfoliazione si riferisce alla rimozione delle cellule morte sulla superficie della pelle. E’ un’operazione che può essere eseguita meccanicamente, con scrub abrasivi sulla pelle, o chimicamente, usando sostanze che contengono speciali tipi di acidi. Questi dissolvono e rimuovono le cellule morte della pelle, senza strofinare.

E’ importante?

Certo che si. Con l’avanzare dell’età, il processo di rigenerazione cellulare rallenta. Infatti, il corpo libera più lentamente le cellule della pelle, per generarne di nuove. L’accumulo di vecchie cellule sulla superficie della pelle è causa di opacità, ruvidità e secchezza. Inoltre, può causare un eccesso di olio e pori ostruiti, causando macchie e acne.

Una corretta esfoliazione rimuove la barriera delle cellule morte che intasano la pelle e scopre nuove cellule fresche sotto. Questo apre la strada all’idratazione dei prodotti per penetrare più a fondo nella pelle, rendendoli più efficaci. In pratica, una normale routine esfoliante lascerà la pelle fresca e sana.


Qual è il modo migliore per uno scrub corretto?

Il miglior tipo di esfoliazione dipende dalla carnagione, dalla salute e dalla sensibilità della tua pelle. Se hai una pelle estremamente sensibile o un’acne grave, dovrai scegliere con cura un prodotto e un metodo esfoliante. Un estetista professionista può consigliarti il metodo più adatto.

Generalmente, lo scrub manuale (una volta alla settimana) è il più praticato. Quello chimico è più adatto per un uso intermittente.

Se usi uno scrub esfoliante manuale, scegline uno con granuli arrotondati e lisci, piuttosto che particelle ruvide e frastagliate, per evitare di ferire la pelle. Lo scrub va effettuato delicatamente: un tocco leggero è tutto ciò che ti serve per eliminare le cellule morte della pelle. Questo eviterà di irritarla.

scrub esfoliazione
scrub esfoliazione

Se si sceglie l’esfoliazione chimica, bucce e maschere che contengono acidi idrossidi alfa o beta forniscono un livello profondo di esfoliazione. Con una pelle sensibile, potrebbe essere più raccomandato l’uso di scrub naturali, contenenti enzimi derivati ​​dalla frutta.

Pelle sana e splendente con un corretto scrub (esfoliazione).

Se vuoi una pelle sana e luminosa, l’esfoliazione regolare è un must. Non seguire una corretta routine di esfoliazione una volta alla settimana può lasciare la pelle secca, irritata e danneggiata. Prenditi cura della tua pelle.

E’ consigliabile effettuare scrub (esfoliazione) l’estate?

Una errata opinione comune spesso afferma che l’esfoliazione tende a rimuovere l’abbronzatura. Di seguito spieghiamo perchè questo non è assolutamente vero. Al contrario, le procedure di scrub regolari aiutano a prolungare l’abbronzatura rendendola omogenea e luminosa per molto tempo.

 

  1. Durante i mesi di esposizione al sole, la pelle si ispessisce e comincia a sbucciarsi dopo alcuni giorni. Esfoliandola sia prima che dopo, non solo renderà possibile mantenerla morbida, ma anche per “stratificare” l’abbronzatura in modo corretto e modo duraturo. In questo modo, le cellule morte rimosse lasceranno spazio a quelle “attive” – ​​stimolando i melanociti a produrre la melanina, responsabili sia dello sviluppo dei normali meccanismi di protezione e riparazione dai raggi UVA e UVB, sia del colore della pelle.
  2. Dopo l’esfoliazione della pelle abbronzata, è normale che sembra aver “lavato via” una parte del colore, ma la verità è che ciò che si pensa sia tolto, è in realtà lo strato superficiale del denso composto di cellule morte , smog e polvere.
  3. L’esfoliazione, inoltre, consente di applicare idratanti e lozioni per idratare la pelle, migliorare l’abbronzatura e renderla luminosa e sana.
  4. Un’abbronzatura perfetta deve rispettare una routine a tre componenti: ESFOLIAZIONE – PROTEZIONE – IDRATAZIONE: tutti e tre gli elementi sono ugualmente importanti. Per spiegare meglio questo meccanismo, immagina di dipingere un muro malconcio. In primo luogo, tutte le vecchie e cadenti parti di pittura dovranno essere rimosse per levigare la superficie, quindi è necessario creare una base, applicando uno strato di intonaco e, solo alla fine, il colore desiderato può essere verniciato. Se hai saltato uno dei passaggi, il risultato non è ottimale.
  5. Con l’arrivo delle stagioni più calde le temperature aumentano e ci vestiamo in modo da mettere più pelle in vista. Non farti cogliere impreparato! L’uso di scrub e accessori esfolianti è la prima regola per mostrare una pelle bella e morbida.

In conclusione

Infine, ricordiamo che usare una buona protezione solare è la prima regola d’oro per proteggere la pelle dai radicali liberi, dall’invecchiamento precoce e dalle ustioni.

Non usarli non ti farà abbronzare di più, ma invece otterrai l’effetto opposto a causa di desquamazione e danni, a volte irreversibili, della tua pelle. Prenditi cura della tua pelle, come ti prendi cura di te ogni giorno.

Contattaci qui o sulla nostra pagina Facebook o Instagram



Trattamento corpo dimagrante Lecce

Trattamento corpo dimagrante Lecce

Extreme Cellulite Massage Trattamento corpo dimagrante Lecce Riconquista la tua linea

 


Trattamento corpo dimagrante a Lecce con  EleMenti  e BioBene Italia

“Extreme Cellulite”…di cosa si tratta?

E’ un antico protocollo ayurvedico, riproposto in ambito occidentale con le opportune rivisitazioni, al fine di adattarlo all’esigenza del cliente.
L'”Extreme Cellulite” è un trattamento diaforetico (che favorisce la sudorazione), come lo Stone Massage. A differenza di quest’ultimo, però, che è di tipo termico, l'”Extreme Cellulite” agisce come trattamento diaforetico di tipo chimico.
Si tratta di un’applicazione particolarmente tecnica, perchè richiede una rigorosa conoscenza dell’anatomia su cui agisce e delle problematiche del soggetto sottoposto.

L’applicazione, in ambito estetico, mira a raggiungere:

  • una riduzione dei liquidi in eccesso, localmente e generalizzata (full body). Il trattamento può essere usato in sinergia con percorsi anticellulite e sedute di linfodrenaggio
  • un ottimo completamento di un trattamento dimagrante, con l’eliminazione di acqua, principalmente, ma anche di grasso
  • una rimozione delle cellule epidermiche morte e l’eliminazione delle scorie, lasciando la pelle straordinariamente pulita

Il trattamento è utilizzato anche in ambito terapeutico (non in centri estetici) per ridurre in generale tutte le alterazioni del muco (a livello polmonare, gastrico e intestinale).

Quali sono gli effetti?

Di seguito un elenco dei principali benefici del protocollo “Extreme Cellulite”:

  • Ionizza la pelle. In questo modo, le sostanze contenute nei prodotti utilizzati per il trattamento riescono a penetrare meglio e ad essere assorbite in maniera più efficace, perchè la ionizzazione favorisce un passaggio più agevole attraverso l’epidermide, la membrana cellulare e i pori
  • Ha un effetto psicosomatico attivante
  • Stimola la circolazione linfatica
  • Attiva la circolazione sanguigna, specialmente periferica
  • Ha un moderato effetto di vaso dilatazione
  • Ha un forte effetto diaforetico
  • Aiuta a rimuovere il grasso superficiale in eccesso
  • Aiuta a rimuovere le cellule epidermiche morte
  • Libera le articolazioni da eccessi di liquidi

I benefici della ionizzazione negativa

Passare molto tempo in ambienti chiusi e affollati, come uffici, magari davanti ad un monitor, o nell’abitacolo dell’auto, può portare ad accusare alcuni disagi. Possiamo avvertire stanchezza agli occhi, piuttosto che una sensazione di soffocamento per l’aria viziata.
Aprire una finestra e prendere una boccata d’aria è il giusto rimedio.

Avvertiamo un malessere generale, perchè negli ambienti chiusi ci sono molte sostanze volatili nocive alla salute, come quelle prodotte dalla polvere, dallo schermo del monitor, dai sistemi di condizionamento, dal fumo di sigaretta ecc. Queste sostanze tendono a distruggere migliaia di ioni negativi, che sono le cellule gassose dell’aria, grazie alle quali è possibile mantenere il giusto equilibrio fisico e psichico. Le stesse è possibile trovarle nei luoghi aperti, soprattutto nei boschi di alta montagna.
Infatti, è sempre opportuno approfittare della bella stagione per stare all’aria aperta. Si corre letteralmente ai ripari dai danni causati alla salute dalla mancanza di ioni negativi.

Cos’è la ionizzazione?

L’effetto salutare della ionizzazione sul corpo umano è da sempre stato oggetto di studi e di dimostrazione scientifica.
La ionizzazione è un processo fisico, naturale e artificiale, che libera energia sufficiente a dissociare una molecola elettricamente neutra in due parti, chiamati ioni, dotandole di carica elettrica positiva (ioni positivi) o negativa (ioni negativi).
I termini positivi e negativi indicano solo la polarità degli ioni, perchè in realtà gli effetti sull’organismo sono il contrario del loro segno. Gli ioni negativi, benefici e vitali, sono anche conosciuti come “vitamine dell’aria

Gli ioni negativi sono salutari perchè costituiti principalmente da molecole di ossigeno, che favoriscono il rinvigorimento del fisico e della mente. Contrastano le forme infiammatorie, curano insonia e dolori muscolari, stati depressivi. Favoriscono circolazione, calma e concentrazione. Contengono lo stress, attraverso la riduzione di seratonina ( neuro-ormone che provoca tensione, irritazione e ansia). In breve, favoriscono rilassamento e serenità.

Per preservare il nostro benessere fisico e psichico, è necessario un giusto equilibrio di ioni negativi e positivi. Al contrario, uno squilibrio a svantaggio degli ioni negativi compromette la nostra salute.

Come beneficiarne?

Gli ioni negativi sono assorbiti dal nostro corpo attraverso l’aria e la pelle.
Semplicemente respirando, gli ioni entrano nell’organismo attraverso i polmoni e ossidano l’emoglobina (la proteina che trasporta l’ossigeno dai polmoni ai tessuti), migliorando l’ossigenazione sanguigna.
Attraverso la pelle, gli ioni sono assorbiti dalle terminazioni nervose, che si trovano sotto la pelle e che funzionano da ricettori.
Per godere al massimo dei benefici che la ionizzazione negativa ha sull’organismo, bisogna stare il più possibile all’aria aperta. Ovviamente, è importante che ci si trovi in zone lontane da quelle che possono modificare l’atmosfera naturale (centri cittadini, zone industriali, aeroporti, zone con fili elettrici o ripetitori di telefonia mobile ecc…).


Precauzioni

L’ “Extreme Cellulite” è un trattamento generalmente ben tollerato. Possono riscontrarsi alcuni problemi nei soggetti che soffrono di ipotensione o intolleranti ad alcuni prodotti utilizzati. Si adottano le necessarie cautele se il soggetto ricevente è una donna incinta.
Questo trattamento produce un significativo effetto diaforetico, riducendo il volume dei liquidi corporei, in maniera blandamente simile all’effetto indotto dall’assunzione di un diuretico. Di conseguenza, nei soggetti ipotesi deve essere tenuta sotto controllo l’inevitabile diminuizione della pressione sanguigna che il trattamento produce.

Come accennato sopra, alcuni soggetti potrebbero presentare intolleranze o allergie ad alcuni elementi che fanno parte del trattamento.
Le sostanze verso cui si riscontrano più comunemente problemi sono: la canfora, l’olio essenziale di eucalipto e l’olio di senape.
L’olio di eucalipto può essere sostituito con altri olii essenziali, ma la canfora è un elemento chiave. Se un soggetto presenta intolleranza o allergia a quest’ultima, il trattamento non potrà essere eseguito.
Se il soggetto non ha mai utilizzato prima queste sostanze, si adottano le opportune cautele per accertarne l’idoneità (far annusare l’olio essenziale e verificare le reazioni; strofinare una piccola zona della pelle con la canfora e attendere 5/6 minuti per vedere se si formano ponfi).
Infine, per le donne in gravidanza il trattamento va eseguito solo sulle gambe e saranno evitati molti degli olii essenziali.

Quali sono le proprietà della canfora?

Sono molte le parti del corpo che beneficiano delle proprietà della canfora. Infatti, gli estratti di questa sostanza si trovano spesso in diversi prodotti per la cura della persona, ma anche della casa.
Tra le principali caratteristiche, spiccano in particolare quelle antinfiammatorie e analgesiche su muscoli, ossa e articolazioni. Ha anche effetti benefici sui bronchi, visto il suo potere mucolitico, fluidificante ed espettorante.
Agisce, inoltre, come vasodilatatore, sia sulle conorarie, che a livello polmonare; è consigliata, dunque, per favorire il benessere del sistema cardio-circolatorio.

Una particolarità dell’applicazione: il massaggio con i guanti di seta

Tradizionalmente, il massaggio ayurvedico non veniva effettuato con guanti di seta, ma con fibre naturali provenienti da foglie. L’applicazione moderna ha suggerito di ricorrere ai guanti di seta per ragioni di praticità ed eleganza.
Si effettua una frizione rapida su tutto il corpo, al fine di ionizzare la superficie della pelle, perchè in questo modo viene preparata all’applicazione dell’olio di senape e degli olii essenziali, ottimizzandone l’assunzione da parte del derma.
La frizione, che viene fatta su tutto il corpo, non ha una funzione drenante in sé, ma è opportuno effettuarla in direzione linfatica, perchè è eseguita su un soggetto che ha liquidi in eccesso.

L’unzione con olio di senape

Il punto centrale del trattamento “Extreme Cellulite” è, appunto, la fase dell’unzione con olio di senape in sinergia con gli olii essenziali. La combinazione di questi elementi permette di far emergere le spiccate qualità diaforetiche, grazie alle quali è possibile portare i liquidi in superficie e ridurre l’adipe.
Questa fase viene eseguita immediatamente dopo la ionizzazione effettuata con guanti di seta, in modo che la pelle sia pronta a ricevere le proprietà.

Infezioni? No, grazie! Igiene e sterilizzazione prima di tutto

igiene sterilizzazione infezioni

Investire sulla propria salute

Quante volte lo abbiamo sentito dire? “le unghie le faccio da una amica a casa” … “è onicotecnica, è bravissima e mi garantisce il giusto igiene” … “la mia estetista lavora in casa, ma ha tutto per la sterilizzazione” … “no, in un centro estetico chissà quanto mi costa“… “infezioni? ma dai non esageriamo, per una manicure!

Senza nulla togliere alla passione e alla bravura di chi fa questo lavoro “in casa“, qui il tema più importante è un altro e lo possiamo riassumere in tre parole: igiene, salute e sicurezza. Certamente si è allettati dal poter ottenere un buon servizio ad un prezzo ridotto. Non lo si può negare, risparmiare fa comodo a tutti.

Ma è davvero saggio farlo sulla propria salute? Siamo disposti a mettere “igiene, sterilizzazione e rischio di infezioni” al secondo posto, rispetto ad un risparmio solo apparente? Siamo realmente al corrente dei rischi che corriamo? Evidentemente no.

Ci siamo mai chiesti il motivo? Semplicemente, perchè bravura, passione e risparmio non restituiscono garanzie in termine di igiene, sicurezza e sterilizzazione degli strumenti di lavoro.


Cosa ci garantisce una perfetta sterilizzazione?

C’è solo uno strumento in grado di garantire una sterilizzazione al 100%: l’autoclave (il nostro fornitore Proped), un dispositivo che conclude un preciso e ben definito protocollo standard di sterilizzazione.

igiene sterilizzazione infezioni

Inoltre, è bene sottolineare che questo macchinario può essere dato in dotazione SOLAMENTE ad un centro estetico a norma, così come ad uno studio medico o uno studio odontoiatrico.
Qualsiasi altro sistema di sterilizzazione non è considerato sicuro e potrebbe causare infezioni e contagi.

Quali sono i rischi?

I rischi di infezione nei trattamenti estetici sono molteplici ed evidenti. Solo per fare un esempio, statisticamente più del 3% della popolazione italiana è ammalata di epatite C. Ciò significa che su 30 persone che entrano in un centro estetico almeno una ( statisticamente) ha l’epatite C. A maggior ragione si impone un sistema di sterilizzazione sicuro e certificato in grado di mettere al riparo dalle infezioni tutti i soggetti che entrano nell’istituto [fonte Confestetica].
Inoltre, chiunque subisca manovre che possano ledere la cute integra, come appunto la pedicure e la manicure, con ferri non sterili, si espone ad un rischio potenziale per HIV, HCV ed epatite B.

Protocollo Igiene

Quindi, quale è il modo corretto per effettuare una sterilizzazione? Di seguito descriviamo i passaggi da seguire per una certezza del risultato.

igiene sterilizzazione infezioni

1° STEP

DISINFEZIONE
La disinfezione è obbligatoria in base al decreto ministeriale 81/2008 in materia di tutela dei lavoratori.
Per disinfezione si intende la procedura che determina la riduzione della carica microbica, impedendo la trasmissione delle malattie infettive dalla fonte di infezione all’individuo sano.
Questa fase, grazie all’utilizzo di un disinfettante di riconosciuta efficacia, elimina la maggior parte dei microrganismi patogeni, rendendo meno rischiosa la manipolazione dello strumento nelle successive fasi di detersione, imbustamento e sterilizzazione.

igiene sterilizzazione infezioni


2° STEP

DETERSIONE
Per detersione si intende la rimozione di sporco grossolano e materiale organico (sangue, pelle, essudati …) residuato sugli strumenti durante il loro utilizzo.
Per eliminare efficacemente lo sporco anche negli spazi di difficile accesso (microporosità, interstizi ecc..) e per limitare la manipolazione degli strumenti da parte dell’operatore, la detersione deve essere eseguita sfruttando la sinergia d’azione dell’ultrasuono, che opera mediante il principio fisico della cavitazione, ed un detergente di natura enzimatica proteolitica.
La pulizia degli strumenti per uso estetico è un requisito indispensabile per un’efficace sterilizzazione.

detersione


3° STEP

IMBUSTAMENTO
Il confezionamento degli strumenti, destinati ad essere sterilizzati, ha lo scopo di verificare l’avvenuta e corretta sterilizzazione e garantire il mantenimento della sterilità raggiunta in autoclave.
I materiali di confezionamento devono rispondere alla norma tecnica UNI EN ISO 868-1, secondo la quale l’adeguatezza di un sistema di imbustamento non sta solo nelle caratteristiche della confezione, ma anche nelle modalità in cui essa viene sigillata. Il confezionamento va effettuato utilizzando una metodica che consenta di garantire un’ efficace barriera biologica ed una facile apertura della busta.

imbustamento


4° STEP

STERILIZZAZIONE
Secondo la normativa italiana in vigore, ogni centro estetico deve dotarsi di un’autoclave (PRINCIPIO DI FATTIBILITÀ TECNOLOGICA D.Lgs 81/2008 “le misure di prevenzione e protezione devono
essere periodicamente aggiornate allo stato della scienza e della tecnica più evolute”).
La sterilizzazione è la procedura che determina l’eliminazione di tutte le forme di vita microbica. Questa fase chiude il ciclo di igiene dello strumentario, garantendone un’assoluta sicurezza di riutilizzo.

sterilizzazione

Conclusioni: igiene sterilizzazione e infezioni

Al netto di questa disamina, possiamo trarre le nostre conclusioni con una semplice domanda: è davvero il caso di sottovalutare igiene, salute e sicurezza? Siamo certi che non sia così.
Sarebbe saggio affidarsi ad esperti in grado di garantire una corretta sterilizzazione e igiene degli strumenti di lavoro. Il rischio di infezioni è reale, anche in un trattamento di estetica.
Il risparmio è giusto, ma va fatto con consapevolezza, senza trascurare gli elementi realmente importanti.



Pedicure estetico curativo Lecce

pedicure estetico curativo Lecce

Approfondiamo il trattamento del pedicure curativo estetico a Lecce.
Uno dei trattamenti più frequenti in un centro estetico è il pedicure, letteralmente “cura del piede”. Che sia estetico o curativo, affidare i nostri piedi ad un’estetista è un’abitudine da non trascurare.

Pedicure estetico curativo Lecce

PERCHE’ FARLO?

Gran parte del nostro benessere psico-fisico è determinato da una buona cura dei piedi. Ci accompagnano durante la quotidianità e ci sostengono. Quando fa freddo, tenerli al caldo ci da una sensazione di tepore. Al contrario, quando fa caldo, scoprirli ci fa stare più freschi. Diciamocelo, è una parte del corpo che merita in particolar modo accorgimenti e considerazione. Il disagio dei nostri piedi compromette il nostro equilibrio e la nostra capacità di stare con gli altri. È importante prenderci del tempo da dedicare alla cura dei nostri piedi.
Sfoggiare un piede curato, magari con uno smalto ben applicato, è sempre di buon gusto e gradevole alla vista. Tutto il nostro aspetto ne risente. Ma anche solo un taglio corretto delle unghie e una esfoliazione può essere una buona abitudine, nonché piacevole, se affidata a mani esperte. E’ il caso del pedicure estetico.



IN COSA CONSISTE IL PEDICURE ESTETICO?

Vediamo il trattamento nel dettaglio. Si comincia con un pediluvio per distendere il piede ed ammorbidire la pelle. Successivamente, si procede ad una esfoliazione per rimuovere le cellule morte. Infine, si applica lo smalto ed una crema idratante, accompagnata da un massaggio, che completa il trattamento in modo particolarmente piacevole e gradito. La durata è più o meno di 30 minuti e dovrebbe essere fatta circa una o due volte al mese. L’operazione è possibile anche farla “fai da te” in casa, magari utilizzando una buona crema idratante da applicare. Certamente, affidarsi a mani esperte è una possibilità da non trascurare.

E SE HO PICCOLI PROBLEMI E LIEVI PATOLOGIE? A CHI MI POSSO RIVOLGERE?

Se i nostri piedi hanno bisogno di una cura più specifica, il pedicure curativo è quello che fa per noi. Questo trattamento è indicato per chi ha piccoli problemi del piede, che sono di pertinenza medica come calli e unghie involute (unghia con deformazione che provoca un abnorme incurvamento su se stessa).
unghia1
Nei casi meno complicati o nelle fasi iniziali della patologia, è possibile rivolgersi ad un’estetista per questo trattamento. Discorso a parte va fatto per l’unghia incarnita (penetrazione dell’unghia nella pelle che provoca dolore e infiammazione), che è di stretta competenza del podologo.
unghia2

È altamente consigliato farsi seguire da una professionista con esperienza e, possibilmente, con specializzazione da podotecnica certificata. Oltretutto, è assolutamente indispensabile affidarsi ad un centro che adotti tutti i sistemi più accurati per la sterilizzazione degli strumenti. Abbiamo già anticipato qui l’importanza della sterilizzazione degli strumenti di lavoro, ma approfondiremo ulteriormente l’argomento. Questo trattamento si presta meno facilmente al “fai da te” o alla scelta di soluzioni più economiche (estetista in casa), perché il rischio di infezioni e trasmissioni di malattie è molto elevato.

autoclave

IN COSA CONSISTE IL PEDICURE CURATIVO?

Vediamo il trattamento nel dettaglio. Anche il pedicure curativo inizia con un pediluvio, taglio e limatura delle unghie. In aggiunta, con l’ausilio di appositi strumenti, si procede alla rimozione di calli e duroni, nonché al trattamento delle unghie involute. Tutto questo, prima che le infiammazioni diventino patologiche, perché in tal caso è necessario rivolgersi ad un podologo. L’estetista, infatti, non è abilitata a trattare problemi medici complessi e, non avendo formazione specifica, non può prescrivere farmaci, che in alcuni casi si rendono necessari.

Nei centri estetici specializzati, inoltre, è possibile effettuare il pedicure curativo con uno strumento che arricchisce e completa la professionalità di questo trattamento, ne perfeziona l’efficienza e ne prolunga i benefici: si tratta del micromotore a spray. Questo dispositivo, dotato di frese di dimensioni variabili, permette una migliore e più efficiente abrasione e levigazione delle cuticole, delle unghie e degli ispessimenti cutanei. È un macchinario particolarmente indicato, che migliora l’esperienza del pedicure curativo e dona piacevolezza e benessere. Inoltre, il suo impiego evita che durante il trattamento possano essere provocati tagli o ferite, dovute all’utilizzo di lame e bisturi.

pedicure estetico curativo Lecce
pedicure estetico curativo Lecce

Pedicure estetico curativo Lecce

Infine, è bene sapere che dal 12 Gennaio 2016 è entrata in vigore una nuova legge sul divieto per l’estetista di utilizzare lame, bisturi, sgorbie (come da Decreto Interministeriale n° 206 del 15/10/2015 scheda n°12).

Consulta il nostro LISTINO PREZZI



L’igiene al centro estetico Elementi

igiene al centro estetico elementi

L’IGIENE AL CENTRO ESTETICO ELEMENTI RAPPRESENTA IL CENTRO DI TUTTI GLI ELEMENTI.

La professionalità non ci basta, la serietà neanche, l’esperienza neppure. Mettiamo al centro della nostra attività l’igiene, perchè aderiamo ai più alti standard di sterilizzazione. Per la sicurezza della clientela e del personale, il centro estetico Elementi segue un rigoroso protocollo di sterilizzazione dello strumentario, ai sensi della legge 81/2008. La sterilizzazione è la procedura che determina l’eliminazione di tutte le forme di vita microbica. Questa fase chiude il ciclo di igiene dello strumentario, perchè garantisce un’assoluta sicurezza di riutilizzo. Siamo dotati di STERIL S, un’autoclave in materiale INOX. Questa consente la sterilizzazione dello strumentario ed è in grado di fornire e monitorare dati relativi al ciclo completo ed assicurare l’avvenuta sterilizzazione. Questo è l’igiene al centro estetico Elementi. Beneficia dei nostri trattamenti in modo sicuro.
Leggi il nostro approfondimento qui.

Prenota il tuo trattamento, consapevole delle garanzie di igiene e sterilizzazione.